Due membri della General Vincent MB di San Benigno Canavese (TO) sono stati ospiti a un intero weekend di prove dei Juliana (Middelburg, NL). Oltre che farli assistere alle prove, lo staff qualificato del gruppo olandese ha investito molto tempo coi due italiani organizzando tavoli tecnici dedicati alle loro aree di competenza.

Nella settimana precedente le finali del Campionato Europeo Drum Corps Europe, due membri della General Vincent Marching Band di San Benigno Canavese (TO) sono stati ospiti all'intero weekend di prove dei Juliana Drum & Bugle Corps (Middelburg, NL). Oltre che farli assistere alle prove, lo staff qualificato del gruppo olandese ha investito molto tempo coi due italiani organizzando tavoli tecnici dedicati alle loro aree di competenza.

"Si tratta di un evento sperimentale, che avrebbe dovuto poi sfociare in un vero e proprio progetto gratuito ed aperto a tutti gli staff dei gruppi italiani che ne fossero stati interessati" spiega Nicola Esposito, ex consigliere alla Formazione e Sviluppo di IMSB: "Tra gennaio e maggio scorsi ho lanciato ai migliori gruppi in Europa la proposta di un progetto di accoglienza e formazione dei membri degli staff delle marching band italiane, un progetto serio e al solo prezzo di spese (praticamente viaggio e hotel),che aveva come obiettivo quello di istruire le persone ospitate dedicando loro un esperto che le seguisse per tutto il week end, spiegando loro cosa tecnicamente accadeva durante le prove, come organizzarle e rispondendo a ogni loro domanda. Finite le prove sarebbero poi stati previsti tavoli di discussione in cui gli istruttori del gruppo avrebbero 'fatto scuola' ai colleghi italiani, a seconda dell'area tecnica di competenza".

Sono stati molti i gruppi da tutta Europa ad offrire con generosità ed entusiasmo la loro collaborazione: "Sapevo che Susanna Camerlo e Dario Avagnina di General Vincent erano molto interessati ad un progetto del genere, e conoscendo bene Harrold De Raad dei Juliana ho chiesto loro una collaborazione sperimentale, alla quale l'intero staff a risposto affermativamente e con piacere. L'esperienza è stata un successo, ed ha dimostrato che a costi ridotti si possono ottenere conoscenze, ci si può internazionalizzare e, pure, fare amicizie".

Il camp si è svolto nei giorni 17 e 18 settembre scorsi nel campo base dei Juliana a Middelburg, la Venezia d'Olanda. E' auspicabile che progetti come questo non vengano abbandonati, ma anzi intensificati, perchè non sono solo un arricchimento tecnico per i gruppi italiani che ne beneficiano, ma anche un arricchimento culturale per i gruppi che ospitano.